Spazio Sociale
Web Hosting

  •  DIPENDENZE
     07/12/2010
    Foggia, le ricchezze dei ragazzi per uscire dal ‘tunnel’ delle sostanze
    Le attività della comunità terapeutica semiresidenziale ‘Salute, Cultura e Società’
    Foggia, le ricchezze dei ragazzi per uscire dal ‘tunnel’ delle sostanzeUna comunità per tossicodipendenti nel cuore della città. Quasi a responsabilizzare i cittadini, a renderli più partecipi del percorso di riabilitazione dei ragazzi che provano a risalire dal ‘tunnel’ delle sostanze. Perché è importante fare ‘rete’ con il territorio, condividere risorse e ricchezze. Queste le caratteristiche della comunità terapeutica semiresidenziale ‘Salute, Cultura e Società’, che si trova a Foggia in via San Severo, illustrate dal direttore Antonio Vannella.

    Dura 18 mesi il percorso di riabilitazione. La prima tappa è quella dell’accoglienza e della disintossicazione, il momento in cui l’utente scala l’assunzione della sostanza fino a staccarsene del tutto. Terminata questa fase, è pronto per la vita in Comunità. E’ qui che i ragazzi si raccontano, si manifestano. E’ qui che, seguiti dagli operatori, rivelano le loro fragilità, gli umori, i pensieri, le paure, le ossessioni. Cercando di risalire alle tante e varie cause che li hanno avvicinati alla sostanza per poi superarle. Ma in Comunità si svolgono anche corsi di informatica, disegno, artistica, attività fisica.

    12 le persone che compongono l’equipe: 2 psicoterapeuti, uno psicologo, 2 assistenti sociali, 2 educatori, 2 operatori e 3 maestri d’arte. Ma i punti di forza della Comunità della Comunità vanno rintracciati nelle risorse e nelle ricchezze dei ragazzi, nel cammino di conoscenza di se stessi, nel loro vivere quotidiano.
    Emiliano Moccia

    link:
    Salute, Cultura e Società







  •  

  •     DOCUMENTI ALLEGATI ALL'ARTICOLO

    Non è presente nessun allegato




  •  

  •     ARTICOLI ALLEGATI

    Non è presente nessun articolo allegato















commoncommoncommon